Descrizione Progetto

Calcoli renali

La calcolosi renale, o nefrolitiasi, si definisce come una patologia causata dalla presenza di formazioni solide (appunto i calcoli renali) di dimensioni variabili all’interno del rene. È una patologia abbastanza diffusa, considerando che solamente in Italia ci sono circa 100.000 nuovi casi ogni anno.

Esistono diversi tipi di calcoli renali, questi i più comuni:

  • Calcoli di ossalato di Calcio (il caso più frequente);
  • Calcoli di fosfato di Calcio;
  • Calcoli di acido urico;
  • Calcoli da infezione;
  • Calcoli di Carbonato di calcio;
  • Calcoli misti.

Cosa fare per i calcoli renali dal punto di vista alimentare?

A seconda del tipo di calcolo, bisognerà personalizzare la dieta affinché si riduca al minimo il rischio di sviluppare nuovamente i calcoli renali. La prima raccomandazione è quella di bere molto: è l’evidenza scientifica più forte che ci sia in questo ambito. È necessario abituarsi a bere almeno 2 litri e mezzo di acqua al giorno, per tutta la vita. Inoltre, vi sono alcune semplici regole alimentari da seguire:

  • Ridurre la quantità di calcio (nei casi di litiasi calcica), e dunque limitare latte e latticini, frutta secca, Radicchio Verde, Agretti, Cicoria, Foglie di Rapa, Spinaci, Ceci, Fagioli e Soia.
  • Limitare l’uso di sale: poco sale nella dieta determina una minore concentrazione di calcio nelle urine;
  • Evitare i cibi contenenti ossalato (nei casi di calcoli di Ossalato di Calcio): dunque spinaci, bietole, barbabietola rossa;
  • Limitare l’assunzione di Purine (in caso di calcoli di Acido Urico): ridurre dunque il consumo di carne, frattaglie, cacciagione e frutti di mare.
  • Limitare il consumo di grassi (in caso di calcoli di Acido Urico) in quanto comportano un aumento di acido urico nelle urine;
  • Mantenere un buon apporto di fibre al fine di modulare l’assorbimento intestinale di calcio soprattutto in alcune forme di ipercalciuria assorbitiva.

Le necessità specifiche (da quelle energetiche, a quelle dei macronutrienti e micronutrienti) dovranno essere valutate nel singolo caso da un nutrizionista, che elaborerà un piano alimentare specifico per le esigenze particolari e per il tipo di calcolosi sviluppata.

Bibliografia

Le informazioni contenute in questa pagina sono di carattere generale. Per poter seguire consigli nutrizionali individuali è indispensabile una valutazione completa delle proprie necessità da parte di un nutrizionista.

 

Richiedi un Appuntamento

Chiamaci al 333 23 34 732 oppure compila il form, ti contatteremo al più presto.

Il tuo nome *

Email *

Telefono *

Come possiamo aiutarti?

Ai sensi dell’art. 13 Dlgs 196 del 30 giugno 2003 e dell’art. 13 GDPR (Regolamento UE 2016/679), autorizzo al trattamento dei miei dati personali | approfondisci >